Tu sei qui

Dalla Bassa parmense la Torta Millegusti

Dalla Bassa parmense la Torta Millegusti

Dosi per 8 persone – Difficoltà: facile – Tempo: 90 minuti + 60 per far riposare la pastafrolla.

Ingredienti.  Per la pastafrolla: 500 gr di farina 00, 300 gr di burro morbido, 255 gr di zucchero, 3 uova intere,la scorza di 1/2 limone grattugiata.
Per il ripieno: 350 gr di marmellata di prugne, 200 gr di amaretti, 300 gr di nocciole tritate, 2 uova, 150 gr di zucchero a velo, 100 gr di burro, 50 gr di fecola, la scorza grattugiata di ½ limone, 1 bicchierino di rum.

Preparazione. Mettete la farina in una ciotola, aggiungete il burro a temperatura ambiente, lo zucchero, le uova intere e la scorza del limone grattugiata. Impastate velocemente fino a formare una palla omogenea, coprite con pellicola e fate riposare circa un 1 ora in frigorifero. Stendete la pastafrolla e rivestite una tortiera di 28 cm precedentemente imburrata, coprire la base di pastafrolla con la marmellata di prugne e aggiungete sopra gli amaretti sbriciolati se sono grandi, oppure interi se sono piccoli.

In una ciotola montate gli albumi con lo zucchero a velo, a parte montate i rossi e aggiungete le nocciole tritate, la fecola, il burro morbido, la scorza di limone grattugiata e il bicchierino di rum. Unite a questo impasto gli albumi mescolando delicatamente dal basso verso l’alto. Versate questo composto sugli amaretti e fate cuocere in forno statico preriscaldato a 180° C per 50 minuti.

E poi assaggiatene una fetta (come minimo), e ditemi se vi ricorda qualcosa delle Domeniche a tavola passate in famiglia, su invito della suocera o della mamma.  Io ne ho parlato con chi mi ha introdotto ai segreti della torta millegusti, specialità parmense tradizionale, chissà da quanti decenni o secoli. Si tratta di Daniela Cassi, maître dell’ Osteria Ardenga a Diolo di Soragna (PR), e moglie dello chef locale, Gianni Borlenghi. Se  volete esplorare un mondo che conoscete solo per il culatello, i tortellini, il prosciutto e le tagliatelle, andate all’ Osteria Ardenga anche solo per sorprendervi:  scoprirete che la cucina emiliana è un territorio vasto, arricchito dalle invenzioni e dai segreti delle centinaia di artisti/cuochi che affollano osterie e ristoranti,   a partire dalla Bassa per arrivare fino ai Colli parmensi. 

Written by 

Infermiera prestata alla cucina, porta accanto ai fornelli la stessa precisione della professione. Inizia come Blogger per divertimento, poi diventato un impegno preso molto sul serio, che l’ha portata a collaborare con numerosi magazine online. Il suo è: “meglio innovare con la sperimentazione che stancare con la tradizione”. apelia62@gmail.com

Leggi anche...

CORSO DI AVVICINAMENTO ALLA BIRRA8684687204975274239

Impara a riconoscere e assaggiare una Birra in 5 lezioni. Per i primi 10 iscritti sconto di €50,00.

PER SAPERNE DI PIU’ CLICCA QUI!

Pin It on Pinterest