Tu sei qui

La Dieta

La Dieta

Quando si parla di dieta si pensa per lo più alla limitazione o all’esclusione di alcuni alimenti nella nostra alimentazione finalizzate principalmente alla perdita di peso.

In realtà la parola “dieta”, che deriva dal greco “diaita”, significa modo di vivere, ed é rappresentata non solo delle abitudini alimentari, ma più in generale di tutte quelle norme come l’attività fisica e il riposo, atte a preservare lo stato di salute.

La dieta quindi, fa parte dello stile di vita di ogni individuo, che sceglie liberamente ciò che mangiare.

In assenza di particolari patologie tutti dovremmo seguire quella che viene definita “dieta equilibrata”, ovvero quella che prevede un’alimentazione sana e completa al fine di garantire un apporto vario ed equilibrato di tutti i nutrienti, accompagnata da una regolare attività fisica.

Una corretta alimentazione deve fornire al nostro organismo tutte queste sostanze e tutta l’energia necessaria per funzionare al meglio. Senza i nutrienti essenziali (carboidrati, grassi, proteine, fibre, vitamine e minerali) e senza acqua, il nostro corpo rallenta rapidamente le proprie funzioni, ed è per questo che le “diete” che consigliano di eliminare in toto alcuni gruppi di alimenti si rivelano spesso inefficaci e, talvolta, perfino dannose.

All’inizio degli anni ’90 il Dipartimento dell’Agricoltura statunitense ha elaborato la cosiddetta “piramide alimentare”, un grafico a piramide che aveva lo scopo di consigliare una corretta alimentazione con l’obiettivo di arginare il problema dell’obesità e soprattutto delle malattie ad essa correlate.

Alla base della piramide si trovavano i cibi da consumare in maggiore quantità e al vertice quelli che dovevano essere mangiati solo occasionalmente.

Nel corso degli anni, in seguito a numerosi studi scientifici sulla composizione degli alimenti, la collocazione dei cibi all’interno della piramide si è modificata incoraggiando un uso, seppur moderato, di grassi salutari (non saturi) e cereali integrali, mentre veniva consigliata la diminuzione del consumo di carne rossa e carboidrati complessi.

Sarebbe quindi corretto assumere cereali integrali e grassi vegetali ad ogni pasto; frutta e verdura nell’ordine di due o tre porzioni al giorno, legumi e frutta secca da una a tre volte al giorno; pesce, pollame, uova e formaggi alternativamente tre volte a settimana, mentre carni rosse, burro, cereali raffinati (riso, pane e pasta), patate e dolci andrebbero consumati sempre con moderazione.

Ovviamente a queste indicazioni dovrebbe esser affiancata una regolare attività fisica e una corretta idratazione, non inferiore al litro e mezzo di acqua al giorno.

Written by 

Appassionato da sempre di cucina e concorsi internazionali, Marco Di Lorenzi viene selezionato giovanissimo come titolare del Team Italia dell'Associazione Professionale Cuochi Italiana con la quale gira il mondo ottenendo ampi consensi e ottimi medaglieri: ricordiamo i più importanti come "Il panino dell'anno" con Bargiornale Singapore 2005, International Kremlin Culinary Cup Mosca 2006, Premio Chef d'autore Cracco 2011, "Il miglior piatto alle nocciole d'Italia" Cortemilia 2012. Oggi è consulente per diverse industrie alimentari e docente di cucina in prestigiose scuole private nazionali. Sempre attivo e protagonista di nuovi format dedicati alla cucina creativa, lo chef è ideatore di tre marchi registrati legati al Made in Italy: il Vanilla Coffe & Restaurant Dessert, il Trafila Italian Pasta Style e il Clorofilla Raw Bar & Restaurant con i quali sono previste aperture sia in Italia che all'estero www.marcodilorenzi.it

Leggi anche...

X

Pin It on Pinterest

X
Share This