Tu sei qui

Le Bavette Mojitonno di Felicia

Le Bavette  Mojitonno di Felicia

Dosi per 4 persone – Tempo: 25 minuti – Difficoltà: facile.
Ingredienti: 320 gr di Bavette Mais-Riso Felicia, 400 gr di tonno fresco, 30 gr di cipolla di Tropea, olio extra vergine di oliva, sale, aglio, pepe rosa, zest di limone, succo di lime e foglioline di menta fresca qb. 

 Procedimento: Tagliate a cubetti il tonno fresco e condite con olio extra vergine di oliva, sale, menta,  zest di lime e un po’ d’aglio tagliato finemente; lasciatelo marinare in un contenitore per poco tempo. Cuocete la pasta, scolate al dente e saltatela nella marinata di tonno. Completate il piatto con succo di lime, poche rondelle di cipolla di Tropea e pepe rosa macinato al momento.

Affrontiamo il tema delle intolleranze partendo dalla semplicità, e difatti una ricetta più semplice di questa sarà difficile da trovare. E in più, è qualcosa che mette  perfettamente d’accordo buongustai e persone affette da celiachia: la pasta Felicia è gluten-free, ed è inoltre disponibile in numerosi formati e varianti: al grano saraceno, ai fagioli verdi, alle lenticchie gialle o rosse, ai piselli verdi.  Basta consultare il sito di Felicia per avere contezza del grande assortimento offerto dall’azienda pugliese, tutto rigorosamente certificato bio.
Non è necessario, ovviamente,  avere problemi col glutine per apprezzare le ricette di Massimo Buono, lo chef  testimonial   dei prodotti Felicia.  La pasta al mojitonno mi è stata presentata nel corso della kermesse milanese “Identità golose”, tenutasi nello scorso mese di Marzo. Il piatto, che si fa apprezzare per creatività e stereofonia dei sapori (nel senso che restano tutti ben distinti), è una vera sorpresa quanto a consistenza: le bavette mais-riso sono callose, scivolano piacevolmente in bocca e accompagnano con grande personalità la delicatezza del tonno e la vivacità del lime.  I prodotti Felicia, insomma, non si rivolgono a chi insegue l’originalità a tutti i costi ma a chi fa dell’innovazione in cucina una piacevole abitudine.

Written by 

Infermiera prestata alla cucina, porta accanto ai fornelli la stessa precisione della professione. Inizia come Blogger per divertimento, poi diventato un impegno preso molto sul serio, che l’ha portata a collaborare con numerosi magazine online. Il suo è: “meglio innovare con la sperimentazione che stancare con la tradizione”. apelia62@gmail.com

Leggi anche...

Pin It on Pinterest