Tu sei qui

Zuppetta di ceci neri di Altamura con totanetti

Zuppetta di ceci neri di Altamura con totanetti

Dosi per 4 persone- Tempo: 3 ore e 30 minuti ( più 24 ore per l’ammollo dei ceci) Difficoltà: facile.

Ingredienti: 300 gr di ceci neri di Altamura secchi, 200 gr di totanetti, sedano, carota, cipolla, 1 mazzetto di finocchietto selvatico, olio extra vergine di oliva, aglio, acqua o brodo vegetale, sale e pepe.

Procedimento:  Lasciate in ammollo in acqua tiepida abbondante i ceci per 24 ore, poi scolateli. In una casseruola fate un soffritto con olio, sedano, carota e cipolla, aggiungete i ceci ammollati e lasciate insaporire un po’. Coprite con un litro d’acqua o di brodo vegetale e lasciate cuocere per  due o tre ore a fuoco molto lento. Tagliate a rondelle i totanetti e fateli saltare  in una padella antiaderente a fuoco vivace per qualche secondo, con un po’ d’olio, uno spicchio d’aglio, un pizzico di sale e una spolverata di finocchietto selvatico. Mettete in un piatto fondo un po’ di zuppa di ceci e al centro i totanetti, aggiustate di sale e spolverate con un po’ di pepe.

E così vi troverete un piatto unico a cui non manca nulla, o magari anche un secondo festivo,  da servire in un pranzo importante come quello di Natale al posto del superclassico di famiglia. A Natale le sorprese sono quasi un obbligo, e portare il Salento in tavola darà senz’altro un sapore nuovo alla vostra festa. Perché di Salento si tratta, e a denominazione d’origine controllata: la ricetta infatti me l’ha data Antonio Moscara, titolare del ristorante Moscara Terra d’Otranto”, a Milano in via Spartaco.  Non è di difficile realizzazione, e quindi se riuscirete a trovare gli ingredienti “giusti”, ossia freschi e profumati, potrete almeno tentare di ricreare un’atmosfera un po’ pugliese e marina, proprio come quella che da “Moscara Terra d’Otranto” è di casa tutti i giorni.

Written by 

Infermiera prestata alla cucina, porta accanto ai fornelli la stessa precisione della professione. Inizia come Blogger per divertimento, poi diventato un impegno preso molto sul serio, che l’ha portata a collaborare con numerosi magazine online. Il suo è: “meglio innovare con la sperimentazione che stancare con la tradizione”. apelia62@gmail.com

Leggi anche...

Pin It on Pinterest